Chi siamo

 
 

Bactory srl è stata fondata nel febbraio 2017 come spin-off dell’Università di Verona ed è incubata presso il Dipartimento di Biotecnologie, dove ad oggi ha sede. La società nasce come intuizione imprenditoriale di un gruppo di giovani ricercatori al fine di concretizzare le comprovate conoscenze ed esperienze nell’ambito delle biotecnologie microbiche e nello sviluppo di prodotti da sfruttare in molteplici applicazioni industriali ed ambientali.

 

MARCO ANDREOLLI

È specializzato nell’utilizzo di microorganismi per il biorisanamento di terreni contaminati da idrocarburi e nello studio di comunità microbiche con applicazioni in bioprocessi industriali. Inoltre, ha maturato competenza ed esperienza come consulente tecnico per l’approvvigionamento di acqua potabile nell’ambito di progetti di cooperazione e sviluppo per conto di ONG ed ONLUS internazionali.

SILVIA LAMPIS

È Ricercatrice in Microbiologia Generale presso il Dipartimento di Biotecnologie dell’Università di Verona. Durante la sua decennale attività di ricerca ha maturato una comprovata competenza nello studio dei processi di biotrasformazione microbica di composti organici e inorganici e nei processi di biosintesi di nano e microstrutture metalliche. È inoltre specializzata nell’utilizzo di microorganismi ai fini del biorisanamento di matrici ambientali contaminate da idrocarburi e metalli pesanti.

CHIARA SANTI

È specializzata nello studio e nell’applicazione di microrganismi del suolo in grado di stimolare la crescita vegetale quali i batteri PGP (Plant Growth Promoting), i rizobi in grado di fissare l’azoto atmosferico e i funghi micorrizici. Ha inoltre maturato esperienza nella consulenza in ambito del biorisanamento di matrici ambientali contaminate da metalli pesanti e metalloidi attraverso l’utilizzo di piante e microrganismi.

ELENA PIACENZA

Ha sviluppato notevoli competenze nella scienza dei materiali, con una specializzazione riguardante la produzione di nanomateriali metallici e lo studio delle loro proprietà chimico-fisiche. Ha inoltre una comprovata esperienza nello sviluppo delle applicazioni di nanomateriali che trovano applicazione in campo biomedico ed elettronico nonché svariati altri ambiti industriali (es: industria tessile).

MANUEL SPERI

Si è formato presso il Laboratorio di Microbiologia Ambientale dell’Università di Verona e in seguito si è specializzato nella determinazione di microinquinanti presenti nelle diverse matrici ambientali (acque, suoli, fanghi, sedimenti). Ha maturato notevoli competenze nelle tecniche di spettrometria di massa, HPLC e analisi cromatografiche lavorando come analista chimico presso un’azienda che fornisce analisi chimiche e microbiologiche.

GIOVANNI VALLINI

È Professore Ordinario di Microbiologia Agraria presso il Dipartimento di Biotecnologie dell’Università di Verona. Possiede una profonda conoscenza in svariate aree della microbiologia, quali lo sfruttamento delle capacità degradative dei microrganismi ai fini degli interventi di bonifica biologica di matrici ambientali contaminate da composti organici ed inorganici, dei meccanismi che regolano i rapporti suolo-pianta-microrganismi, delle reazioni microbiche legate alla biostabilizzazione di matrici organiche fermentescibili (compostaggio).

ROBERTO GIORDANI

Ha lavorato per società appartenenti a gruppi internazionali, coprendo ruoli manageriali di vertice: si è interessato a processi di cambiamento, controllo di gestione, progettazione strategica e gestione di risorse. Dal 2009 opera come consulente, svolgendo in particolare l’attività di advisor e di temporary manager per progetti di trasformazione organizzativa e implementazione di sistemi di governance, crisi aziendali, processi di sviluppo, startup.

PAOLO SCHIAVON

Ha lavorato in primarie organizzazioni (IBM, Citibank, Banca Intesa) nell'ambito dello sviluppo delle applicazioni informatiche e delle soluzioni organizzative innovative. Ha condotto con successo progetti importanti per le aziende per cui ha lavorato o per primari clienti delle stesse meritando la fiducia delle entità interessate (top management, collaboratori e utenti) e l'apprezzamento del mercato. Ha poi scoperto la voglia di trasmettere la sua esperienza ad altre persone motivate assistendo piccole aziende innovatrici e startup.


CONDIVIDI: